Beppe Grillo meetup Berlino

Luogo di incontro tra cittadini attivi
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Ottima analisi dal blog Alessio in Asia

Andare in basso 
AutoreMessaggio
bippico
Admin


Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioTitolo: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Mar Apr 15, 2008 5:38 pm

I Risultati delle Elezioni sono Chiari: Bossi Trionfa, la Sinistra Scompare

La coalizione guidata da Silvio Berlusconi ha vinto le elezioni sia alla Camera sia al Senato.
Alla Camera la coalizione di destra (PdL-Lega Nord-Movimento per l’Autonomia) ha una larghissima maggioranza.

Alla Camera PdL-Lega-MpA hanno avuto il 46,81% dei voti. PD-IdV il 37,54%. L’UdC con il 5,6% supera lo sbarammento e ottiene 36 deputati. Due seggi all’Svp e uno agli autonomisti valdostani.

Anche al Senato la maggioranza di Berlusconi sembra abbastanza solida: 171 senatori, contro i 130 della soma di PD (116) e IdV(14). L’UDC ottiene 3 senatori (eletti nella regione Sicilia dove il mafioso Cuffaro era capolista). Ricordiamo che al Senato la maggioranza, esclusi i senatori a vita, e’ di 158.

In totale al Senato i partiti che sostengono Berlusconi hanno ottenuto il 47,32% dei voti contro il 38,01% di PD-IdV.

Per il prossimo Governo Berlusconi sara’ determinante l’appoggio della Lega Nord, che con l’8,3% alla Camera e l’8,15 al Senato (20,7% al Senato in Lombardia) si è aggiudicata 60 deputati e 25 senatori. Bossi e’ riuscito nell’impresa storica di conquistare un deputato anche in Toscana e un altro nelle Marche. Otto deputati e due senatori all’Mpa di Lombardo.

Mancano ancora i risultati delle circoscrizioni estere ma deputati e senatori dovrebbero essere piu o meno equamente divisi tra i due poli.

Fuori dal Parlamento la Sinistra Arcobaleno, La Destra e i Socialisti. Nessun’altra formazione politica è riuscita ad ottenere rappresentanza parlamentare, eccetto come ditto qualche seggio per le minoranze linguistiche.
Passiamo ora ad analizzare i voti non in percentuali ma in cifre (dal corriere).

Quanto ha guadagnato il PdL (AN+FI) rispetto al 2006? Solo 100mila voti!

Quanto ha guadagnato la Lega? 1 milione e 250mila voti…

La Destra ha preso 880mila voti, Nel 2006 Mussolini e Fiamma ne presero circa mezzo milione. Insomma, 280mila fascisti in piu’.

E il PD (nel 2006 Ulivo, ometto I Radicali per semplificare)? + 100mila voti! (Come il PdL!)

IdV? + 800mila voti…

La Sinistra (Verdi+PdCI+RC, ometto per semplificare la SD)? – 2,8 milioni!

UDC? – mezzo milione.

Dunque, tiriamo le somme.
E’ chiaro che PD e PdL hanno sostanzialmente gli stessi voti di 2 anni fa, nonostante il “voto utile”(che sicuramente c’e’ stato)!
La differenza la fa il Trionfo della Lega, da una parte, e il Crollo della Sinistra (tra l’altro non piu’ coalizzata con l’Ulivo-PD), dall’altra.

L’UDC paga la scelta di correre da solo con solo mezzo milione di voti in meno, probabilmente andati a PdL e Lega. Per via del sistema elettorale pero’ il suo sogno di fare l’ago della bilancia non si realizzera’.

La Destra fascista ha rubato pochi voti ad AN (PdL).

E dove sono andati i 2,8 milioni di voti della Sinistra?
PCdL e Sinistra Critica hanno preso solo 270mila voti.
Probabilmente degli altri 2,5 milioni, molti si sono astenuti e molti hanno votato “utile” per PD o IdV.
Perche’?
Probabilmente ha inciso l’esperienza di Governo (gli elettori di sinistra piu’ moderati hanno temuto l’”estremismo” della Sinistra Arcobaleno, quelli piu’ estremisti hanno inteso criticare l’instituzionalismo di Bertinotti e i voti pro-Afghanistan), la campagna elettorale sbagliata, la monnezza, Pecoraro, e cosi’ via. Anche il ritardo con cui e’ stato realizzato il progetto de La Sinistra L’Arcobaleno (nato piu’ come un cartello elettorale che come un vero nuovo partito) rispetto al PD puo’ aver influito.

Ma, attenzione, potrebbe nascere anche una domanda inquietante… e’ mai possible che al (Centro)Nord una parte importante dei voti di Sinistra siano finite alla Lega???
Cosi’ commenta il semiologo AlessandroAmadori (a.d. Coesis Research) su Affari: “Che la Lega fosse in crescita lo si ero visto anche nei sondaggi, ma che riuscisse a fare questo salto quantico di scala e di natura non era stato previsto da nessuno. In fondo il Popolo della Libertà Pdl è rimasto legato al suo elettorato e il Pd è andato benino, tecnicamente non male. Si è verificato invece uno svuotamento della Sinistra Arcobaleno. E l’unica spiegazione plausibile è che si sia creato un vaso comunicante di tre o quattro punti percentuali, pari a un milione e seicentomila elettori, che ha portato a un travaso dalla sinistra radicale verso la Lega. Tutto ciò era sfuggito ai sondaggi, è uno di quegli spostamenti di pancia, sotterraneo. Una cosa quasi subliminale”.
Continua il semiologo: “Maroni ha detto chiaramente che la Lega non è né di sinistra né di destra, ma ragiona e opera sul piano del territorio. C’è una consapevolezza di vivere in un determinato territorio e quindi per tutelare gli interessi globali di quella zona il partito giusto è la Lega. E’ questo il ragionamento che è scattato. Il Carroccio è quindi fuori dal vecchio schema sinistra-destra, è interclassista proprio come lo è un territorio. Qualcuno deve rappresentare quel luogo e perciò il movimento diventa interclassista. In embrione lo era già la Lega, ora con queste elezioni c’è stato un salto verso un partito globale del territorio.
E in quanto a Bossi: “Merita di essere considerato uno dei più grandi personaggi politici della fine del Ventesimo e dell’inizio del XXI secolo, a lungo sottovalutato e a volte considerato folcloristico, ha invece un intuito straordinario. In qualche modo anche Berlusconi è figlio di Bossi, perché è il Senatùr che ha aperto la strada al cambiamento, al nuovo e a una deprofessionalizzazione della politica.”
Poi il semiologo arriva addirittura a paragonare Bossi a grande figure storiche, come Gengis Khan, ma preferisco vivamente omettere questa parte.

Bene, l’analisi e’ senza dubbio acuta e interessante. Non so se sia vero che cosi’ tanti voti della Sinistra siano confluiti nella Lega. Personalmente non credo prorpio. Spero si possa capire e studiare il fenomeno. Sarebbe veramente uno sviluppo impressionante.
Quello che e’ certo e’ che tanti voti della Sinistra sono confluiti per il “voto utile” nel PD.

I sondaggi (per quell che contano) davano la Sinistra a circa il 6-7%. Ma negli ultimi giorni il popolo della sinistra ha sentito forte la paura della destra (la mafia, i fucili, la Resistenza da riscrivere, eccetera). Centinaia di migliaia di compagni non hanno capito il sistema elettorale (al Senato, in molte regioni, l’8% alla Sinistra avrebbe significato qualche seggio in meno alla destra…). Ma il voto disgiunto, come mi ha ricordato un amico, era una finezza troppo difficile per l’elettore italiano. Cio’ ha aiutato la destra ad avere una comoda maggioranza anche al Senato, facendo scomparire la Sinistra dal Parlamento italiano dopo cento e piu’ anni di storia (eccezion fatta chiaramente per il ventennio mussoliniano, quando i socialisti e i comunisti venivano generalemente “mandate in vacanza”).

Carotenuto giustamente definisce quello della Sinistra un disastro completo che “non ha precedenti nella storia politica italiana”, “e solo un azzeramento completo di tutte le cariche potrebbe far rigenerare l’area dove alligna (ma comincio ad avere dubbi) il meglio del pensiero critico di questo paese.”

E il risultato del PD? A nostro avviso non e’ positivo. Numericamente non e’ negativo, ma considerando che si aspettava di attirare i voti di una parte della societa’ civile, e considerando che di “voti utili” (gente che l’ha votato turandosi il naso) ne ha presi parecchi, a nostro avviso si tratta di una vera e propria sconfitta.

Certo la classe dirigente, da Rutelli a D’Alema, da Amato a Fassino, non lo ammettera’ mai. Prendiamo ad esempio i leader del pci-pds-ds, che da 20 anni almeno sono al centro della politica italiana, che hanno contrubuito a formare il Mostro, ci hanno fatto inciuci, bicamerali, lo hanno legittimato in ogni modo…. Per i prossimi 5 anni saranno ancora in parlamento e pretenderanno di rappresentare la SINISTRA (sic) italiana.

E l’Italia dei Valori? Citando ancora Gennaro Carotenuto, “l’ottimo risultato di Di Pietro […] potrebbe rappresentare un’ancora. Dalla giustizia e dalla questione morale, che una volta era berlingueriana e oggi è rappresentata da Italia dei Valori si può partire per quella che è, parliamoci chiaro, una traversata nel deserto.” Insomma, Di Pietro potrebbe essere un’ancora di salvezza all’interno del Parlamento. Il megafono che da dentro denuncera’ le magagne dei berluscones.

Infine, la Lista Per il Bene Comune, che ha ottenuto 100 mila voti (lo 0,33%).

Come ho commentato su un post di Mente Critica, chi scrive aveva visto positivamente la nascita della Lista Civica Nazionale (che nasceva sull’onda lunga dei girotondi e poi della disaffezione verso la casta). Una lista civica era una buona idea. Ma non c’e’ stato tempo. il governo e’ caduto. La lista PBC non aveva il tempo per farsi conoscere al “grande pubblico”, cioe’ all’”italiano medio”. Insomma, credete che mia nonna sia venuta a conoscenza della lista PBC? (mia nonna sono oramai quasi vent’anni che ha problemi a fare la sua crocetta, tra la vista che gli cala prograssivamente e i partiti che cambiano nomi e simboli a una velocita’ troppo superiore rispetto a quella dei suoi neuroni).
Votare la lista PBC, che si e’ resentata cosi’ “all’ultimo minuto”, SOLA (non appoggiando il “meno peggio”, per intenderci), con la sicurezza matematica che mai e poi mai sarebbe arrivata al 4% alla Camera (per non dire al Senato dove lo sbarramento e’ all’8!!!), in una situazione politica che non ha pari in nessun paese occidentale (mi riferisco alla destra italiana, da Berlusconi a Borghezio, passando per Mussolini e Dell’utri), e’ a mio avviso un grave errore politico.


E noi?

Bisogna essere forti e cominciare a fare sul serio. Siamo nel 2008, un’Italia e’ morta, e’ crepata, distrutta da mille tumori interni, dalla mafia all’ignoranza. Ma il futuro non puo’ essere del berlusconismo.

Dobbiamo costruire insieme una Nuova Italia, che risorga dalle ceneri di quella (imperfetta, lo sappiamo bene!) antifascista del dopoguerra. Lo spazio, a sinistra del PD (ma non in contrapposizione frontale con il PD), c’e’ eccome. Ci sono praterie. Quel famoso 15% se de-ideologgiazzato potrebbe essere il 20%.

Come scrive Giannini, “il Cavaliere non è più “il nuovo che avanza”, ma semmai “il vecchio avanzato”. Eppure si conferma il più magnetico catalizzatore dei sogni della nazione, e il più carismatico affabulatore dei suoi bisogni.” Ma ci avviamo (per ovvi limiti anagrafici) verso la fine del Ventennio Telecratico. Ora bisogna Resistere, e andare avanti, lottando per alcune battaglie insieme a Grillo (se la smette di paragonare Veltroni a Berlusconi), ad altri movimenti di cittadini e, spero, ad una Nuova Sinistra.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://bippi.blogspot.com/
bippico
Admin


Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Mer Apr 16, 2008 10:22 am

Mi sono anche preso la briga di fare un calcolo veloce, sulla base dei dati pubblicati da Repubblica.

Alla camera
2008............2006
36,452,305...38,103,764 voti effettivi
47,126,326...47,160,264 aventi diritto
22.65...........19.20........% bianche nulle astenuti

In fondo sono in tanti a non condividere i nostri politicanti, no?


Ultima modifica di bippico il Gio Apr 17, 2008 1:02 pm, modificato 4 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://bippi.blogspot.com/
livia



Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 08.04.08

MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Gio Apr 17, 2008 5:05 am

Luigi: da un lato hai pienamente ragione....non esercitare un proprio diritto e dovere è una cosa che a me fa piangere il cuore.

Dall' altro, però, penso che, allo stato attuale delle cose, in Italia, non ci siano le condizioni per esrcitarlo in modo democratico, almeno per quanto mi riguarda.
Già l' AIRE di per sè è una cazzata. Ci aggiungiamo una sinistra inesistente. Arrotondiamo con i brogli e gli ingannucoli (che, da scettica, non posso non preventivare, ovunque).
...Non credo che Grillo sia il problema...
Non credo sia stato lui, secondo la mia opinione, a portare i non votanti a questa scelta. Per lo meno non me.

Propongo invece una riflessione più ampia.
Molti tra i 18 e i 25 hanno votato a destra: che ne è del nostro sistema educativo? ma come può essere che la gente a scuola non si forgi una coscienza civile, imprando dei contenuti che non siano dimentichi del fatto che siamo stati in una dittatura fascista, i cui principi ispiratori (e i risultati per quanto concerne la tutela dei diritti umani) erano gli stessi di berlusconi, bossi e gentaglia, solo meno camuffati, perchè ai tempi non c'erano nè lifting nè solarium?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Luigi
Ospite



MessaggioTitolo: non voto, una scelta da non ripetere   Gio Apr 17, 2008 3:34 pm

a mio modesto parere chi non vota, di dritto o di rovescio, la prende comunque sempre in culo.


quello che si vuole, grillo non é certo stato la ragione principale per la crescente astensione dal voto, ma sono molto in disaccordo con la sua politica del blog: per quanto criticabile veltroni é infinitamente meglio di berlusconi ed il fatto che lui li abbia costantemente equiparati é una cosa che non ha alcun senso.


rispetto la scelta di chi non ha votato, ma mi frustra sentire lamentele e commenti da chi non ha votato. chi non vota rinuncia al proprio diritto, ne ha tutta la libertá. ma rinuncia anche a criticare, perché non é solo un diritto, il voto, secondo me é anche un dovere e se uno sceglie di astenersi dal proprio dovere rinuncia allo stesso tempo alle responsabilitá e ai privilegi che ne derivano.


e l´aire, per quanto criticabile, grazie al cielo c´é. fino al 2005 quelli come noi avrebbero dovuto sottostare a procedura burocratiche assai piú complesse per votare. io mi sono iscritto all´aire 5 giorni dopo la caduta di prodi e sono riuscito a votare, il consolato é stato per altro molto efficiente.


grazie bruno per le tue analisi numeriche, le ho trovate anche io molto interessanti.


ci vediamo domenica,


luigi
Torna in alto Andare in basso
salto
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Ven Apr 18, 2008 2:45 am

Cito Luigi:
"a mio modesto parere chi non vota, di dritto o di rovescio, la prende comunque sempre in culo."

E chi vota no?
le tue espressioni sono dovute all' incazzamento o
all' amore ed al senso di appartenenza verso le istituzioni?

Fai benissimo a dire che il voto é un dovere, ma non si può dimenticare che fa parte di quel dovere di solidarietà politica, di cui parla l'art. 2 "La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale."Capisci? Qui sono 62 anni che si fa solidarietà unilaterale, noi a dare e loro a magnare! Di nuovo vittime di un errore interpretativo.

Cito Gustavo Zagrebelsky, giurista ed ex presidente della corte costituzionale : "L’art. 2 riconosce i diritti inviolabili della persona umana e gli artt. 13 e seguenti prevedono una serie di diritti specifici. La protezione di tali diritti è rimessa a istituzioni la cui
disciplina sta nella seconda parte della Costituzione: innanzitutto la Corte costituzionale e l’insieme
dell’organizzazione giudiziaria. Immaginiamo che si ponga mano alla composizione della Corte, ai
suoi poteri, ai mezzi che i cittadini hanno di accedere a essa; oppure che si stabiliscano forme di
soggezione della magistratura al potere e agli indirizzi della politica (governativa o parlamentare).
Diremmo forse che tali modifiche non influiscono sui diritti che rappresentano uno dei contenuti
principali della prima parte della Costituzione?"............... Sarà giá successo?

Luigi, tu parli di responsabilità e privilegi. Responsabilità verso la propria coscienza o verso il gregge?
(Poter mettersi la coscienza a posto o sentirsi parte del gruppo?O poter solamente dire "io c'ero e tu no perciò zitto"?)
Di certo non verso la classe politica

Privilegi? Ma che sei forse stato eletto? Mi dai un passaggio con l'auto blu fino a casa?
Capisci che, allo stato attuale, la democrazia diretta é un miraggio?

Difendi l' AIRE perché a te é andata liscia, e gli altri membri della
comunità che improvvisamente non risultavano più iscritti? (mi piacerebbe tanto sapere chi sono
e chi avrebbero votato...ich hab' so 'n gefühl, 'n nervenkitzel...)? Io ho avuto solo rotture di un leghista
quando ho avuto a che fare con l' organo consolare, a cominciare dal carabiniere che mi cercava i documenti,
e pensare che c' ero andato per denunciarne il furto...va bé...questa é solamente la mia testimonianza.

Ti frustra sentire lamentele e commenti da chi non ha votato... a me mi frustra dover sentire le stesse cose da sempre, sia dette da "votabili" immeritevoli che da elettori lobotomizzati (non é il tuo caso se no non saresti qui,meglio precisare
se no chissà che succede ...) o pseudo-indipendenti che conservano reminiscenze di simpatie adolescenziali.

Cito me stesso: "la morte della sinistra parlamentare (avvenuta in effetti giá ai tempi di Occhetto)
non deve preoccuparci più di tanto.La SINISTRA PARLAMENTARE siede in parlamento, fa la finta opposizione
e si becca (oltre ai soldoni) anche RAITRE (allora come oggi, e forse é qui che noi ci guadagnamo, viva Blob!), non fa niente
contro il conflitto di interessi, elegge ex-democristiani/finanzieri come capi e
fa alleanze traballanti con "persone"(eufemismo)
che portano scritto in faccia a quale organizzazione appartengono. Ergo é il CENTRO."(dall' argomento "Prossimo incontro...")

Difendere il meno peggio solo per non dover ammettere di essersi sbagliati non funziona.

Cito Frank Zappa e chiudo:
"...What they do in Washington?
They just take care of number one
And number one ain't you
You ain't even number two!"

Buonanotte e a domenica. L.
Torna in alto Andare in basso
Luigi
Ospite



MessaggioTitolo: voto/non voto   Ven Apr 18, 2008 3:48 pm

ciao,



per quanto frustrante, il concetto del "meno peggio" é piú efficace del "non voto perché schifato dalla politica".



credo fermamente che cambiamenti per "muro contro muro" non si ottengono mai, si possono solo ottenere cambiamenti dall´interno, con estrema fatica, determinazione e dispendio di energie.



tu dici che a prenderla in culo é anche chi vota; non é vero, guarda forza italia e lega che cos´hanno fatto, sono riusciti (con metodi senz´altro criticabili) a far andare a votare tutti, ma proprio tutti, nelle province in cui erano forti, ottenendo percentuali di consenso turche.



io credo, voglio sperare che tu, come molti altri che hanno rinunciato al voto, ritenga una persona come berlusconi estremamente piú pericolosa ed assai meno capace a governare un paese come l´italia, in quanto interessato al perseguimento di interessi prettamente personali.



ecco perché la scelta del non voto ha penalizzato molto piú chi non ha votato (tu, che ora ti ritrovi nuovamente un simpatico pseudo-dittatore al governo) rispetto al giovane ragazzino 18 enne di varese, che della politica se ne fotte e che pensa solo alla disco, ma che sospinto da amici, parenti e quant´altro é andato a mettere una bella croce sul simbolo della lega nord.



loro si basano su ignoranza e superficialitá per ottenere voti. a sinistra si cerca di inseguire cultura e valori, spesso non ci si riesce, di certo la frustrazione e la decisione del non voto non comporta alcun miglioramento, mentre se veltroni avesse vinto ci sarebbero stati molti cambiamenti e probabili miglioramenti (e faccio presente che io non ho votato veltroni).


quanto ha scritto grillo é una gran cazzata, il 22% di astensioni, il "terzo partito". rispetto al 2006 c´é stata una diminuzione nella percentuale dei votanti di circa il 3%, ridicola quindi (e probabilmente tutta a sinistra o forse, - 10% di votanti a sinistra e + 7% di votanti a destra).



comunque, se tu sei ora contento che a governare saranno fascisti, leghisti e mafiosi in sicilia, buon per te. io come detto non rinuncerei mai al mio voto, a quello per cui i miei antenati sono morti combattendo sull´apennino ligure contro i tedeschi e i sammarchini, per dare la possibilitá a me, ancora sessant´anni dopo, di esprimere la mia opinione, per quanto in modo controverso vista la legge elettorale.



avremmo dovuto fare le rivolte in piazza al momento del "golpe democratico", ovvero l´approvazione a 6 mesi dalle elezioni del 2006 del porcellum firmato lega nord; astenersi a giochi oramai fatti non é servito proprio a nulla.



a domenica



luigi
Torna in alto Andare in basso
salto
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Sab Apr 19, 2008 2:56 am

Prima un cannone per spianare le idee...

leggo :"estrema fatica, determinazione e dispendio di energie",
e vedo che non riesci a venire a tre riunioni consecutive perché hai fatto festa fino al mattino
non é che mi interessi quel che fai nel tuo tempo libero,
ma la vita ci insegna che siamo quel che facciamo e non quel che diciamo di essere.
Allora non contraddiciamoci.
A prescindere da ciò sono d' accordissimo sul fatto che i muri contro muri non servono a nulla, anche se poi difendi questi qua invece di provare a cercare -per lo meno a pensarci- una soluzione alternativa,
che io neanche ho ma che mi si potrebbe proporre.

Veltroni e i suoi alleati non sono meno pericolosi di Berlusconi, basti pensare a Romano Prodi( «I suoi artigli grondano bontà»): "svenditore" dell' ’Iri (acquisito da gruppi inglesi, olandesi ed americani), dell’ Eni, della siderurgia di Stato, dell’ Italtel,del l ’Imi. Ha inoltre privatizzato Telecom e in parte anche Enel, già enti di Stato che potrebbero presto finire nelle mani delle solite aziendone. Iniziatore e protagonista - pure reo confesso - di questo processo. Ha poi ricoperto un ruolo essenziale nel processo di privatizzazione delle partecipazioni statali, potendo contare per questo sull’ amicizia di importanti uomini di potere nostrani, come Mario Draghi, ex-vicepresidente di Goldman Sachs-Europa, per la quale fra l'altro il nostro P é stato a più riprese consulente di livello e per questo assai ben remunerato (3,1 miliardi di lire di compensi, come scrissero il Daily Telegraph e l'Economist)...peccato che non so come si mettono i link...Berlusca protegge i suoi interessi, Prodi anche quelli delle grandi banche.

Gli elettori (soprattutto i pensionati) che hanno votato FI avranno di che rimpiangere, i leghisti purtroppo non ci arrivano
(e qui evito una digressione riguardo alla struttura mentale di costoro ).
La verità e che gli italiani stanno messi peggio di quanto non gli si voglia far credere e lo prendono dove gli pare, a meno che non si possano spartire anche loro qualche briciola (la torta se la scordano!),
e poi se erano forti che bisogno avevano di convincere? hanno agito sul territorio e portato argomentazioni che interessano differenti strati sociali che, a quanto pare, sono accomunati dalla voglia di "splendido
isolamento"...diciamo che hanno ben seminato un terreno giá fertile.


Per quel che riguarda i mafiosi, beccati sta schioppettata (a me ha fatto questo effetto!), sono dati di fatto e non supposizioni e opinioni, tratto da pressante.com:
[i]"Finalmente hanno smesso di fingere. Finalmente il Partito Democratico, al momento della presentazione dei candidati, ha gettato la maschera del partito innovatore, del nuovo, del meglio e soprattutto del partito che, avendo nella coalizione siciliana Rita Borsellino, si faceva paladino dell'antimafia.E ha pubblicamente preso una chiara decisione: noi la mafia non la lottiamo. Non ce ne frega nulla. Lo ha dimostrato con la scelta di alcuni uomini e l'esclusione di altri.

Cominciamo dai secondi. Hanno fatto fuori Beppe Lumia, impegnato da sempre nella lotta vera alla mafia, quella che si fa con le leggi, con le commissioni. Era stato anche presidente di quella Antimafia, nel 2000. E proprio a quel tempo era stata emessa la sua condanna a morte, da Provenzano in persona. Stava lavorando troppo e troppo in fondo, meglio ucciderlo, come riferì il pentito Giuffrè. Poi l'omicidio non si fece per l'eccessiva eco che avrebbe scatenato. Oggi, in compenso, gli hanno revocato la scorta. Morale: finite pure il lavoro. Il Pd ha deciso di parcheggiarlo, assieme a Nando Dalla Chiesa, non concedendogli le deroghe.

In compenso hanno fatto posto agli obrobri, ai peggiori uomini della Sicilia: Vladimiro Crisafulli, dimostratosi, anche davanti alle telecamere nascoste, oltre che telegenico, anche intimo amico del mafioso Bevilaqua, di Enna. Parlavano di affari e assunzioni, ed è addirittura Crisafulli a mettere in riga il mafioso che si allargava con le richieste. Proprio oggi, combinazione, il candidato alla Regione Sicilia, Anna Finocchiaro, aveva accanto Crisafulli, ad Enna, nell'Auditorium dell'Università Kore. Tutti e due, assieme, uno accanto all'altra, a salutarsi ed abbracciarsi come vecchi amici..

Il secondo, che in confronto a Crisafulli è un chierichetto, è Luigi Cocilovo, che secondo la sentenza del tribunale di Palermo, fu il collettore di una tangente da 350 milioni di lire (mentre era sindacalista della Cisl) "donata" dall'imprenditore messinese Domenico Mollica, per placare gli scioperi degli operai nei suoi cantieri. Il processo finisce in modo paradossale: Mollica condannato a tre anni per aver corrotto Cocilovo, Cocilovo assolto. Il tutto perchè, grazie alla legge sul Giusto Processo, le dichiarazioni non ripetute in sede dibattimentale, valgono solo contro chi le pronuncia e si autoaccusa e non contro chi viene tirato in ballo. A proposito di Cocilovo, piccola chicca. Dichiara Mollica che, al momento della consegna della tangente, Cocilovo svuota il denaro sul tavolo e poi saluta l'imprenditore-corruttore. Ma mentre Mollica esce, Cocilovo lo richiama e gli dice che pretende anche la valigetta di pelle, una Cartier, "dal valore di 4 milioni di lire", dice sconsolato e scocciato Mollica per l'ulteriore pretesa.

Il terzo è un ex mastelliano, Nuccio Cusumano, l'uomo stordito dallo sputo di Barbato durante la bagarre-fiducia del Senato-osteria. Lui era stato coinvolto in una indagine per concorso esterno in associazione mafiosa e poi prosciolto. Fu arrestato invece nel 1999 per la gestione degli appalti dell'ospedale Garibaldi di Catania. Nel 2007 fu assolto. Ma c'è una piccola parentesi. Poco prima della sentenza di assoluzione, Cusumano si reca a Catania con Mastella (già ministro della giustizia) e chi incontra a porte chiuse? Il procuratore generale, Gianni Tinebra, appena nominato, che assolverà Cusumano nel 2007. Mastella nega tutto, poi i Radicali mostrano un video che riprende i tre. Tinebra, per amor di cronaca, è lo stesso che a Caltanissetta archiviò l'inchiesta di Luca Tescaroli sui mandanti occulti della strage di Via d'Amelio."

Adesso stacco ma per favore vorrei leggere cose fondate e non retorica da festa dell' unità,
se no perdo lo stimolo a discutere...
Bis bald. L.
P.S. I Partigiani non hanno combattuto contro i tedeschi ma contro i nazisti.
P.P.S. About Grillo sono naturalmente d' accordo.
Torna in alto Andare in basso
Luigi
Ospite



MessaggioTitolo: ...   Sab Apr 19, 2008 6:09 pm

luca senti,


chi sei tu per venirmi a fare le pulci in tasca?


che ne sai di quante cose faccio e di quante ne gestisco e di che progetti porto avanti?


non ti conosco e non mi permetterei mai di criticarti per quello che fai nella tua vita privata. so che navighi tanto in rete, che sei molto informato, che ti fai le canne. mi sta tutto bene, ti ho visto due volte, non condivido parte delle tue idee, ma il rispetto resta alla base.


io ti assicuro che di determinazione e di energie ce ne metto, nel mio piccolo, perché credo nella capacitá dei singoli di migliorare questo mondo. poi le differenze fra chi fa tante parole e citazioni e chi invece ci mette litri di olio di gomito restano. del blog di grillo e di solleciti all´impegno civico non ci sarebbe bisogno, se ognuno lo sentisse di per sé e si impegnasse nella "civic society" per i fatti suoi, dal doposcuola alla pulizia dei boschi, i servizi che il singolo cittadino puó fare per la "res publica" nel proprio tempo libero sono infiniti.



io ho due lavori, ho fatto campagna elettorale attiva, gestisco una squadra di calcio, faccio volontariato e per quanto possibile mi tengo
in contatto con amici e parenti sparsi in mezzo mondo. non so che cosa tu faccia e non mi interessa, ma non venirmi piú a dire cose del tipo "poi non vieni perché festeggi troppo".



e anche se fosse? a parte che festeggiavo proprio perché mi hanno assunto in un nuovo lavoro, trovo il tuo atteggiamento davvero indisponente.


i termini che usi tipo "beccati ´sta schioppettata" oppure "la vita ci insegna che siamo quel che facciamo e non quel che diciamo di essere" mi confermano l´idea che tu prenda queste discussioni come duelli, dispute in cui i contendenti escono o sconfitti o vincenti. francamente non la vedo cosí e il mio presupposto é del tutto diverso: trovo che lo spazio del forum debba essere di sfogo, confronto, apprendimento, consenso o dissenso ma in definitiva rispetto. mi dispiace tanto che invece ci siano, anche fra le persone informate e teoricamente tolleranti, moralizzatori del tuo calibro, pronti subito a tacciare di incoerenza gli altri.


io non saró informato quanto te ma non faccio "oratoria da festa dell´unitá" e soprattutto non mi permetterei mai di venirti a criticare per presunta incoerenza, non conoscendoti minimamente.


ho le mie idee e le porto avanti nel mio piccolo. condividiamo la volontá di realizzare il v2day contro la legge gasparri e la libera informazione in italia. punto, poi ognuno per la sua strada. io non ti voglio convincere di nulla, non ti voglio illuminare, non pretendo di insegnarti un bel niente. io dico la mia opinione, poi se a te sembra retorica da festa dell´unitá, tanti cazzi. resto convinto che un governo veltroni sarebbe stato centomila volte meglio di questo nuovo e paradossale berlusconi-ter.



se tu la pensi diversamente e in un confronto generale ci inserisci anche lo smantellamento dell´iri e quant´altro, rispetto la tua opinione, sicuramente piú articolata della mia.
che il pd sia un´accozzaglia di incongruenze é un punto di vista che condivido; che sia un partito molto piú democratico e responsabile di quanto siano lega e pdl é un altro dato di fatto che reputo innegabile. dire no a tutto non significa essere coerenti, ma di fatto conservatori e del tutto anticostruttivi. certo legittima a sentirsi sempre dalla parte della ragione; se é quel che vuoi, sentitici pure.



ora devo riprendere a lavorare, sai io venerdí 25 ho dovuto prendere un giorno libero e l´ho dovuto sostituire con questo sabato.


a domani,


luigi


ps lumia é stato poi candidato capolista pd al senato in sicilia; gli altri personaggi citati sono degli schifosi e concordo sul fatto che non si sarebbe dovuto assolutamente candidarli.
Torna in alto Andare in basso
bippico
Admin


Messaggi : 105
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Sab Apr 19, 2008 8:11 pm

Vi prego tutti,
facciamo che lo spazio di discussione non diventi uno spazio di litigio. Il che significa mantenere sempre e comunque un fondamentale rispetto per la diversita' dell'opinione altrui.
Grazie
Bruno
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://bippi.blogspot.com/
susanna



Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 10.04.08

MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Sab Apr 19, 2008 11:32 pm

lo so che non è un apporto costruttivo alla discussione, ma, sentite questa:

cofferati (pd) scissionista vuole creare il partito democratico del nord (sic), visto il successo della lega, evidentemente...

controllate qui:
http://www.repubblica.it/2008/04/dirette/sezioni/politica/dopoelezioni/19-aprile/index.html

a domani sera

susanna Laughing
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
salto
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Dom Apr 20, 2008 1:55 am

E io lo sapevo...si é incazzato...
non si fa a tempo a fare una critica diretta che si viene chiamati moralisti,
anche io ho due lavori-uno che mi prende anche un bel pó di tempo-,
canto, sto in un gruppo di teatro, mi ammazzo di canne e mi informo quanto più possibile.VANITY FAIR!

Francamente ti conosco troppo poco per poter dire se sei indisponente o meno,
sei comunque un soggetto interessante in quanto ti dimostri pronto a confrontarti
e questo é un bene, ma qui non si tratta di vincere bensì di convincere, ed io ci provo con
l' unico mezzo che ritengo valido, l' informazione indipendente e -per quanto possibile- non faziosa.
Se per un paio di battute nascono le tempeste in un bicchier d' acqua,
allora mi sto zitto e non sorridiamo più. (Peccato tu non abbia capito il senso della parola "schioppettata").

Io non critico Luigi bensì una categoria intera che NON APRE GLI OCCHI e
non tollera l'ironia...e parla spesso senza cognizione di causa. Non nego che mi diverte e mi appassiona
metterne in luce le contraddizioni.

Se cito é per rendere nota a tutti voi l' opinione di qualcuno che ne sa più di me (e credimi, ce ne sono).

Tu non ti permetti di criticarmi ma mi chiami indisponente e moralizzatore, e forse anche ciarlatano...
e vabbuó, se il rispetto resta alla base...
La più bella parola che dici parlando del forum é apprendimento, ma scambi delle mere informazioni per un attacco vincente,
(se vuoi porto la scacchiera!) come se poi fossero state solo per te!

Non é certo mia intenzione litigare ed é anche per questo che non uso parolacce e cerco di moderare il mio linguaggio
pur essendo un grande fan degli Squallor, ma per favore che mi si lascino le battute.

Susanna macosamidicimai?
VIVA COFFERATI!!! DA SINDACALISTA A LEGHISTA ROSSO!!! MA... MA NON É ANCHE QUELLO DELLE LEGGI ANTIGRAFFITARI A BOLOGNA?
Ma guarda un pó quanto materiale che mi si mette davanti!Roba da Flying Circus!Ma adesso saranno rossi di rabbia o di vergogna?
Mi fumo un' altra canna,mi ascolto i Peeping Tom e me ne sto qui tranquillo ad aspettare gli sviluppi. Ciao.
P.S.Digitate la parola "Veltroni" e guardate che correzione propone il computer...I m' schiatt 'e risát!!!
Torna in alto Andare in basso
Luigi
Ospite



MessaggioTitolo: tregua   Dom Apr 20, 2008 3:15 pm

allora,

facciamo così:

porto due birre 'stasera, ci facciamo volentieri una canna insieme,

vediamo di conoscerci un po' meglio e chiarire.

a più tardi,

luigi
Torna in alto Andare in basso
salto
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   Dom Apr 20, 2008 3:23 pm

D' accordissimo.
Salto di gioia.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Ottima analisi dal blog Alessio in Asia   

Torna in alto Andare in basso
 
Ottima analisi dal blog Alessio in Asia
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Alessandro Vitti: il suo blog
» Ciao a tutti da Alessio
» aiuto personalizzazione blog su blogger
» Pubblicità spam sul mio blog:HELP!
» Sfondo blog

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Beppe Grillo meetup Berlino :: Discussione generale :: Spazio di dibattito sulla politica-
Vai verso: